L’overclocking è una tecnica particolarmente diffusa per sfruttare al massimo la potenza di un computer di gioco, ma comporta lo svantaggio di generare temperature elevate. Tutti vorremmo giocare a GTA V con una fedeltà grafica e una frequenza dei fotogrammi ottimali, ma l’hardware ha i suoi limiti. Il BIOS (Basic Input/Output System) è un’area dietro le quinte del il suo sito ufficiale sistema operativo contenente le impostazioni del firmware. Nei computer più recenti con Windows 10, il BIOS è stato sostituito da un’interfaccia aggiornata detta UEFI . Nei capitoli che seguono vi mostreremo come pulire la cache su tutti i browser moderni da PC e da smartphone, così da poter affiancare le tecniche di pulizia a quelle necessarie per la tutela della privacy.

  • Viene usata per supportare applicazioni o componenti obsoleti e per consentire l’utilizzo di vecchie periferiche.
  • La connessione Wi-Fi è molto comoda perché non prevede l’utilizzo di cavi ingombranti e garantisce un’incredibile libertà di movimento.
  • Luigi Oppido è Titolare e Gestore di Pleasure Point Computers a Santa Cruz, in California.
  • Non può modificare impostazioni e programmi di altri user, sempre se non si utilizza la password di amministratore per specifiche operazioni.

Puoi anche usare Windows per aggiornare manualmente i driver. Windows Update è un servizio predefinito per la manutenzione del sistema operativo e di vari programmi Microsoft, ma può anche occuparsi degli aggiornamenti dei driver. Per usare una procedura manuale più diretta, puoi aggiornare i singoli driver all’interno di Gestione dispositivi. Confronta data e versione del driver con il driver attualmente disponibile per la tua scheda audio. Altrimenti è consigliabile aggiornare il driver audio il prima possibile.

Dellaccount Utente Locale

Windows 10, a differenza dei suoi predecessori, consente di ripristinare completamente il sistema operativo lasciando però inalterati i dati personali dell’utente. Di seguito mi appresto a spiegarti sia come ripristinare Windows 10 senza perdere dati, sia come riportare il computer a uno stato precedente mediante i punti di ripristino (quest’ultima funzionalità è presente anche sulle edizioni precedenti del sistema operativo). Se non sei sicuro di dover disabilitare o meno l’avvio di una determinata app, fai clic con il pulsante destro del mouse su di essa e seleziona Cerca in linea. Windows esegue una ricerca Bing nel browser Web per quel programma. È quindi possibile cercare tra i risultati per rintracciare informazioni e consigli sull’opportunità o meno di impedire l’avvio del programma.

L’obiettivo finale dovrebbe essere quello di utilizzare lo stato Impatto di avvio combinato con le informazioni che trovi tramite ricerche web per scegliere le app giuste da disabilitare. Windows offre varie funzioni per garantire la funzionalità del sistema a lungo termine. Ad esempio, per una nuova installazione e per upgrade o update importanti, il sistema operativo genera la cartella di backup Windows.old, che consente di ripristinare il vecchio stato del sistema.

Per rimuovere la cache DNS, usa l’app Terminale di Windows del tuo PC. Quando la finestra si chiude, la cache di Microsoft Store viene rimossa. La trovo molto più credibile di una presentazione con sample castrato o dati falsati al ribasso. 5nm +20% di frequenze a pari consumo al 7nm, consumi aumentati di 30W (iGPU boh…), e ci ritroviamo un Zen4 con +15% in ST? Praticamente incremento IPC zero, il +20% di frequenza a pari consumo diventa +15%, ed il consumo aumenta di 30W.

Approfondimenti:

Si può consultare la guida dettagliata alla risoluzione dei problemi della schermata nera di Windows 10 già affrontato in passato. Questo problema capita spesso su PC portatili economici con memoria interna da 32 GB ed è difficile da risolvere se non azzerando quasi tutti i file che non sono del sistema Windows. Nello specifico, alcuni utenti, per aggiornare il PC a Windows 10 21H2, ossia l’Update di Novembre 2021, hanno segnalato problemi di diverso tipo sul forum Microsoft Answers, tra cui alcuni in fase di installazione, altri invece post installazione, nell’effettivo funzionamento del computer. Se riscontri problemi con un programma che hai disabilitato, torna alla schermata Impostazioni o al Task Manager e reinseriscilo di nuovo nella tua routine di avvio.

Cosa Manca A Messenger: Appeal O Praticità?

Beh, se le cose stano effettivamente in questo modo non hai però motivo di preoccuparti. Posso infatti spiegarti io, per filo e per segno, quali operazioni è necessario effettuare per poter togliere password Windows 10. Per iniziare, fai clic destro sul pulsante Start di Windows 10 (l’icona a forma dibandierina che risiede nell’angolo in basso a sinistra dello schermo) e seleziona la voceImpostazioni situata nel menu contestuale che compare su schermo. Nella finestra che si apre, clicca sull’icona Account e poi sulla voceOpzioni di accesso, a sinistra. Fatte le doverose precisazioni iniziali, è il momento di passare all’azione e di spiegarti, nel concreto,come eliminare il PIN d’accesso in Windows 10, sia in modo provvisorio che definitivo. Tengo a specificare che, affinché le modifiche vadano a buon fine, è indispensabile conoscere la password dell’account Microsoft configurato nel sistema (quello a cui è abbinato il PIN).

Nella schermata che reimposta la password si può comunque disattivare l’opzione che “per accedere a questo computer è necessario immettere nome e password”, per bypassare la richiesta di password. Adesso, scegli l’opzione Unita flash USB nella schermata Scegli il supporto da usare, clicca sul bottone Avanti, seleziona la pendrive dall’elenco e premi nuovamente sul pulsante Avanti. Aspetta poi che compia la schermata per avviare l’installazione del sistema operativo e segui la procedura guidata per ripristinare e reinstallare Windows 10, operando in maniera analoga a come ti ho indicato nel passo precedente. Dalla finestra della configurazione di sistema, andare nella scheda Servizi, cliccare dove è scritto “Nascondi i servizi Microsoft” e premere poi Disabilita tutto. Gli update semestrali rilasciati da Microsoft per Windows 10 come “aggiornamenti di funzionalità”, diversi rispetto gli aggiornamenti di sicurezza , sono quelli che cambiano il sistema operativo in modo sensibile, con l’aggiunta e la modifica di diverse funzioni.